Legge Basaglia. Gli ex internati: “L’elettroshock è una tortura”, i neo-pazienti: “Siamo tutti bipolari” (3° parte)

di Maurizio Mequio -Pubblicato su Dazebao Le testimonianze dei soggetti a rischio psichiatria: quelli che cercano la salute mentale. <Vivo, ma non vivo. Finché non sarò amato, non vivrò>, è la poesia di Furio, un settantenne di Latina. <Sono entrato al manicomio di Santa Maria della Pietà che avevo appena 18 anni. Dicevano che non … Continua a leggere

La psichiatria basagliana si sente sotto attacco: “L’uso della Tec fa comodo ai classicisti” (parte 2)

di Maurizio Mequio (Pubblicato su Dazebao) Giorgio Antonucci è membro onorario dell’Associazione europea di psicanalasi e dell’Osservatorio italiano della salute mentale. Psichiatra e amico di Franco Basaglia, il 26 febbraio 2005 ha ricevuto a Los Angeles il Tomas Szasz Award per “Meriti eccezionali nella lotta contro lo stato terapeutico”. Presidente onorario del comitato scientifico di … Continua a leggere

La lunga vita dell’elettroshock. L’Aitec a Sacconi: “Non è vergognoso. Pratichiamolo di più” (1° parte)

di Maurizio Mequio -Pubblicato su Dazebao l’informazione online Psichiatria o folle business da scarica elettrica? Quando qualcuno opera sul cervello altrui… A trenta anni dalla legge Basaglia gran parte della psichiatria italiana vuole l’elettroshock. Lo difende, lo reclama, lo prescrive, lo mitizza. Eppure, curare in questo modo <è come aggiustare una televisione prendendola a pugni>, … Continua a leggere