Condanna a lavorare

Ti comandano di digitare un bottone di servire un piatto ad un pappone rispondi al telefono per un avvocato lustri le mattonelle a un depravato su e giù per una cella Sottoterra con una trivella Posa quel mattone sulla gru loda il padrone il pieno di benzina Avvita quel tubo alla turbina Il pieno di … Continua a leggere

Genova, una donna sceglie la famiglia e le levano la disoccupazione

Di Maurizio Mequio -Pubblicato su Liberazione Rifiuta il lavoro per i figli malati Perde tutti i diritti che aveva Punita perché madre, dal Centro per l’impiego locale e da tutta la burocrazia italiana. E’ successo a Quezzi, un quartiere di Genova. Trentatreenne a reddito zero, divorziata, con due bambini a carico, di quattro e sei … Continua a leggere

Assunto da un ente pubblico, licenziato perché non italiano

Di Maurizio Mequio -pubblicato su Liberazione Monterotondo, l’operaio: “Mi sento morto” Una famiglia, un lavoro a tempo indeterminato, un’abitazione: tutto all’aria perché non italiano, anche se regolare. E’ la storia di Singh Sukdev, un indiano di 46 anni, a cui la Cra – Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura – ha comunicato … Continua a leggere

Zurich brinda con i bilanci, ma delocalizza i suoi dipendenti

Di Maurizio Mequio -Pubblicato su Liberazione Ieri sciopero di tre ore a Roma. Non vogliono finire a Milano «Trenta anni buttati al cesso»: è uno striscione sotto la sede romana del colosso svizzero Zurich assicurazioni. E’ la sintesi dell’esperienza dei suoi dipendenti, ieri in sciopero per tre ore. Secondo i piani dell’azienda metà personale dovrebbe … Continua a leggere

Alitalia, il Cav insiste sulla Cai, ma i sindacati fanno muro

Epifani chiama una cordata straniera (Lufthansa), il Pd non sa che dire Di Maurizio Mequio -Pubblicato su Liberazione Un uomo sull’orlo di una crisi di nervi, Berlusconi, che grida il suo “O Cai o morte”. Scenari bloccati sul fronte Alitalia e un’unica via di salvezza per il Premier: evitare il fallimento personale. «Non c’è nessuna … Continua a leggere

Fabio Berti, presidente Anpac:”Altro che privilegiato, vi spiego perché ho detto no”

Di Maurizio Mequio -Pubblicato su Liberazione Alcuni lo chiamano Capitan No, altri Capitan Coraggio: questa è la storia del rappresentante dei piloti Fabio Berti, presidente dell’Anpac. Più volte ospite del salotto “bene” di Porta a Porta , è stato attaccato duramente su Libero da uno dei più imprevedibili ospiti di Vespa: Vittorio Feltri. Una querelle … Continua a leggere

Alitalia, dopo i presidi al ministero, i cortei all’aeroporto. In attesa di novità

Di Maurizio Mequio -Pubblicato su Liberazione «Se firmano blocchiamo tutta Fiumicino» La lunga attesa: non c’è pace per i dipendenti di Alitalia. Tutta la notte in piedi sotto al Ministero del Welfare in via Fornovo, tre ore di sonno e poi di corsa a Fiumicino. Per loro paura, rabbia e qualche sospetto: è tutto nelle … Continua a leggere

Alitalia, la lunga e drammatica attesa per i lavoratori. “E’ la truffa del secolo”

di Maurizio Mequio -Pubblicato su Liberazione Presidi fuori dal ministero, poi in metro al secondo tavolo. Caos all’aeroporto, contestato Bonanni «Siamo dead men walking», lo ha affermato una assistente di volo, ieri sotto al Ministero del Lavoro. Con lei un fiume di dipendenti Alitalia, circa ottocento, dalle 9.00 accalcati lungo Via Flavia. «E’ il nostro … Continua a leggere

Operatori sociali a confronto. Non pagati, isolati e minacciati: “Siamo carne da macello”

Di Maurizio Mequio -Pubblicato su Liberazione «Non siamo solo operatori sociali, siamo esseri umani», questo il primo intervento all’assemblea plenaria del terzo settore, svoltasi mercoledì sera a Roma, presso il Csoa ex Snia. «Dalle proteste di luglio a oggi la situazione è stata solo tamponata, i problemi restano». Marco, 45 anni, lavora per una coop … Continua a leggere

Alitalia, 7mila dipendenti sospesi per aria. A Fiumicino tra piloti, assistenti di volo, di terra e passeggeri

Di Maurizio Mequio -Pubblicato su Liberazione Fiumicino – Per il governo è stato il giorno di Alitalia, non per i suoi lavoratori. All’aeroporto di Fiumicino regna l’insicurezza: un purgatorio con 7mila dipendenti sospesi a mezz’aria, in attesa di risposte. «Ridimensionare la compagnia di bandiera porterà al decadimento di Fiumicino e Malpensa. E’ assurdo, si creerebbe … Continua a leggere